Ritanna Armeni “Una donna può tutto” 23 Maggio ore 19

Lìberos, la comunità dei lettori sardi, presenta:

Ritanna Armeni , Una donna può tutto (Neri Pozza)
Al Centro Servizi Culturali Macomer
con Roberta Balestrucci Fancellu

Scrittrice, giornalista e conduttrice televisiva, Ritanna Armeni è divenuta giornalista professionista nel 1976 ed è da sempre attenta a problematiche legate alla condizione femminile. Ha lavorato e collabora con numerose testate giornalistiche italiane tra cui Il Manifesto, Il Mondo, L’Unità, Corriere della Sera Magazine, Liberazione e Il Riformista. Ha condotto il programma Otto e Mezzo su La7 insieme a Giuliano Ferrara. Al suo attivo anche diversi libri, tra cui La colpa delle donne. Dal referendum sull’aborto alla fecondazione assistita: storie, battaglie e riflessioni (Ponte alle Grazie, 2006), Prime donne. Perché in politica non c’è spazio per il secondo sesso (Ponte alle Grazie, 2008), Devi augurarti che la strada sia lunga (con Fausto Bertinotti e Rina Gagliardi – Ponte alle Grazie, 2009), Parola di donna. Le 100 parole che hanno cambiato il mondo raccontate da 100 protagoniste (Ponte alle Grazie, 2011), Lo squalo e il dinosauro. Vita operaia nella FIAT di Marchionne (Ediesse, 2012) e Di questo amore non si deve sapere. La storia di Inessa e Lenin (Ponte alle Grazie, 2015).
In Éntula presenta Una donna può tutto. 1941: volano le Streghe della notte (Ponte alle Grazie, 2018). Nel 1941, un gruppo di ragazze sovietiche riesce a conquistare un ruolo di primo piano nella battaglia contro il Terzo Reich. Rifiutando ogni presenza maschile, su fragili ma agili biplani, mostrano l’audacia, il coraggio di una guerra che può avere anche il volto delle donne, ma il loro vero obiettivo è l’emancipazione, la parità con gli uomini a tutti i costi. Il loro nemico, prima ancora dei tedeschi, il pregiudizio, la diffidenza dei loro compagni, l’oblio in cui vorrebbero confinarle. E contro questo oblio scrive Ritanna Armeni, che trova l’ultima strega ancora in vita, Irina Rakobolskaja, e con lei ricostruisce la loro incredibile storia.

Evento realizzato con il contributo di:
Regione Autonoma della Sardegna
Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Assessorato del turismo, artigianato e commercio
Fondazione di Sardegna
e in collaborazione con Libreria Emmepi Ubik di Macomer, Centro Servizi Culturali Macomer, Studio Massaiu e Sardex, un’isola in rete

“Ken Saro Wiwa. Storia di un ribelle romantico” e “Escobar. El Patron” 17 – 18 Maggio

Il Centro Servizi Culturali ha organizzato un doppio appuntamento con le presentazioni letterarie.

Giovedì 17 Maggio, Roberta Balestrucci Fancellu presenterà “Ken Saro Wiwa. Storia di un ribelle romantico” (Becco Giallo Editore) in collaborazione con la Libreria Emmepi Ubik di Macomer

Venerdì 18 Maggio, Guido Piccoli presenterà “Escobar. El Patron” (Mondadori) L’Iniziativa è stata organizzata in collaborazione con Cabudanne de Sos Poetas e l’Associazione Culturale “Sa perda Sonadora”
Entrambi gli incontri saranno moderati dal Direttore del Centro, Giancarlo Zoccheddu.
In allegato trovate le locandine e di seguito le schede.

“Ken Saro Wiwa. Storia di un ribelle romantico”
Roberta Balestrucci Fancellu, appassionata da sempre di letteratura per l’infanzia, è narratrice per professione. Lavora al Centro Servizi Culturali UNLA di Macomer, dove cura laboratori e progetti di alfabetizzazione cinematografica e si occupa di laboratori nelle scuole, formazione e promozione della lettura. Nel 2013 vince il bando internazionale Giovani Narratori, Reggionarra2013, azione pilota del progetto EDUCA, finanziato dall’Unione Europea, in collaborazione con il Centro Internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia, Fondazione Reggio Children, e il Teatro dell’Orsa di Reggio Emilia con il quale collabora. Al momento segue, con lo Sportello Europa Giovani di Macomer, il progetto di scambi culturali Europeo Youth in Action.
Ken Saro Wiwa (BeccoGiallo, 2018), con i disegni di Anna Cercignano. La prima graphic novel su Ken Saro Wiwa, il coraggioso poeta-attivista nigeriano che ha fatto tremare la compagnia petrolifera Shell. Ken Saro Wiwa, fondatore del MOSOP, fu ucciso il 10 novembre 1995 sotto la dittatura di Sani Abacha per aver ostacolato la Shell e averne denunciato i soprusi a tutto il mondo.

“Escobar. El Patron”
Guido Piccoli, giornalista e sceneggiatore, grande conoscitore della Colombia, insieme ai suoi ospiti, discuterà della figura sempre più mediatica e magnetica del narcotrafficante Pablo Escobar. Partendo dalle pagine del graphic novel, si parlerà dell’Escobar personaggio di film e serie di successo, del perché la sua personalità si sia così potentemente prestata a quest’uso; ma si parlerà anche della Colombia, delle sue storie e dei suoi eccessi, di quanto Escobar possa considerarsi simbolo ed espressione di questo paese.

A presto

Il Centro

XVII Mostra del Libro in Sardegna – Macomer 26, 27, 28, 29 aprile 2018

XVII Mostra del Libro in Sardegna – Macomer 26, 27, 28, 29 aprile 2018

“Mediterraneo: racconti di Cultura e Libertà”. Questo è il tema scelto per la XVII MOSTRA DEL LIBRO IN SARDEGNA edizione 2018. La necessità di comunicazione e contaminazione tra culture, verso l’incontro e oltre lo scontro, verso la mentalità dello scambio e non della chiusura e dell’isolamento, è sempre più forte e sentita. La Mostra, come nelle precedenti edizioni, prevede incontri con autori sardi e ospiti di caratura nazionale, concerti, progetti artistici e laboratori dedicati alle scuole. L’appuntamento è a Macomer dal 26 al 29 aprile 2018 presso le Ex-Caserme Mura.

Programma completo cliccando qui

Festival della Legalità in Sardegna “Conta e Cammina. La legalità appartiene al tuo sorriso” 15 – 21 Aprile 2018

Dal 15 al 21 aprile ritorna il Festival “Conta e Cammina – la legalità appartiene al tuo sorriso”, giunto alla sua 5° edizione.

L’inaugurazione prevista per il 15 aprile alle ore 21:00 con il nuovo spettacolo di Giulio Cavalli “Mafie Maschere e Cornuti” sarà anticipata da un anteprima Sabato 14 alle ore 18:30 con la presentazione dell’ultimo libro di Nando Dalla Chiesa “Per fortuna faccio il prof.” con la presenza dell’autore e di Pino Tilocca che coordinerà l’incontro.
Il programma della settimana sarà ricco di incontri per i ragazzi delle scuole elementari e medie, provenienti da tutta la Sardegna, che come ogni anno hanno aderito con entusiasmo, facendo registrare il sold out delle iscrizioni in pochi giorni.
Previsti inoltre i serali gratuiti aperti al pubblico:
– l’incontro dibattito “Quando l Memoria è Donna: racconti al femminile di una Legalità possibile” (Mercoledì 18 Aprile alle ore 19, al Centro)
– lo spettacolo teatrale “Poeti Troiani” (Venerdì 20 Aprile alle ore 21, al Centro)
– La presentazione del libro di Paolo Matteo Chessa “Sulcis in fundo – Quando la Mafia più sanguinaria sbarcò in Sardegna” (Sabato 21 Aprile alle ore 18.30, presso la Libreria Emmepi)
– Lo spettacolo teatrale in chiusura “Gente come uno” della compagnia Teatrale Alma Rosé (Sabato 21 Aprile alle ore 21, al Centro)

Il Festival Conta e Cammina è ideato e realizzato dal Centro Servizi Culturali UNLA e dalla Cooperativa Progetto H di Macomer insieme a: Libreria Emmepi Ubik , Cooperativa Luoghi Comuni, Associazione Culturale Nino Carrus, Associazione Antimafie Peppino Impastato, Forum Giovani di Macomer, Confcooperative Nuoro Ogliastra, Sardegna Solidale, con il contributo di Fondazione di Sardegna, Sardegna Teatro, Liberos e Festival Entula, con il Patrocinio del Comune di Macomer.

Per il programma completo cliccare qui

“Crazy for football” di Francesco Trento. Venerdì 10 Novembre ore 19.30

Il Centro Servizi Culturali, Liberos. La comunità dei lettori sardi” e “Entula. Festival letterario diffuso” hanno organizzato la presentazione del libro “Crazy for football” di Francesco Trento. L’incontro si terrà venerdì 10 Novembre alle ore 19.30. Roberto Putzulu dialogherà con lo scrittore

FRANCESCO TRENTO
E’ autore di “Venti sigarette a Nassirya”(Einaudi Stile Libero) e “La guerra non era finita” (Laterza). Ha pubblicato racconti in Italia e all’estero, collaborando con GQ, D di Repubblica, Slowfood, la Repubblica. Come sceneggiatore, ha scritto tra le altre cose “Matti per il calcio”, “20 sigarette” (premio Controcampo al festival di Venezia 2010), “Zero – inchiesta sull’11 settembre” (di cui ha curato anche –assieme a Franco Fracassi- la regia). Con i suoi ex allievi Damiano Giacomelli, Francesco Teresi e Loretta Tersigni, ha scritto nel 2014 “Hope Lost”, thriller internazionale con Michael Madsen, Danny Trejo, Daniel Baldwin e Misha Barton. Sempre assieme a Francesco Teresi ha scritto le otto puntate della serie tv “Brothers in Army” (2015). Nel 2016, ha scritto con Volfango De Biasi “Crazy for football”, premiato come miglior documentario ai David di Donatello.
Per dieci anni ha insegnato sceneggiatura cinematografica in varie scuole (allo Ied di Roma, al corso di cinema Officine Mattòli, nelle Marche, e all’Università di Roma La Sapienza). Dal 2010, dirige il corso di sceneggiatura di Filmaker’s Magazine

CRAZY FOR FOOTBALL. STORIA DI UNA SFIDA DAVVERO PAZZESCA
Pubblicato a settembre 2017 da Longanesi, scritto a quattro mani con Volfango de Biasi e ispirato al film prodotto da Skydancers e Rai Cinema, vincitore del David di Donatello come Miglior Documentario 2017 e Menzione speciale ai Nastri d’Argento.
Mentre tra invasioni di campo, scontri tra ultras e polemiche il resto del mondo è ammalato di calcio, da qualche parte c’è anche chi di calcio guarisce. Succede a Osaka, in Giappone, nel primo Mondiale per persone con problemi di salute mentale.
Con ritmo e ironia, De Biasi e Trento raccontano la rocambolesca formazione della Nazionale italiana, tra i provini, gli allenamenti con un pugile campione del mondo, le mille difficoltà e il nascere di un’amicizia che sancisce, per i componenti della squadra, la fine della solitudine. Un’avventura follemente bella, abitata da personaggi così perfetti da sembrare inventati. Personaggi indimenticabili, che vi faranno innamorare, ridere, commuovere. E cambieranno per sempre la vostra idea di cosa vuol dire essere «pazzi».