DAVIDE MOROSINOTTO racconta 30 Romanzi di fantascienza. Lunedì 28 Maggio a partire dalle 9:30

In collaborazione con “Omero. Scrittori che raccontano libri” e “Liberos. La comunità dei lettori sardi” e “Entula. Il Festival letterario diffuso” abbiamo organizzato un nuovo importante seminario, gratuito, per bibliotecari, insegnanti, operatori culturali, associazioni, o appassionati.

DAVIDE MOROSINOTTO racconta 30 Romanzi di fantascienza. Lunedì 28 Maggio a partire dalle 9:30
(9:30 – 13:30 / 14:30 – 16:30)

Da Jules Verne, vero precursore del genere, a Isaac Asimov, grande autore classico, da William Gibson, profeta del cypberpunk, a Philip K. Dick grande anticipatore dell’era digitale, un’esplorazione del genere sci-fi che vi porterà ai confini dell’universo conosciuto.

Davide Morosinotto è nato a Camposampiero (PD) nel 1980. Nel 2007 ha vinto il Mondadori Junior Award per il romanzo “La corsa della bilancia” ( Mondadori ). Nella sua carriera ha utilizzato diversi pseudonimi, ha pubblicato circa trenta romanzi, molti dei suoi lavori sono stati tradotti in oltre 14 lingue. Insieme a Teo Benedetti, nel 2016, ha pubblicato Cyberbulli al tappeto , un manuale sul corretto uso dei social network per prevenire il fenomeno negativo del cyberbullismo. Il suo ultimo romanzo “Il rinomato catalogo Walker & Dawn” (Mondadori) è uscito in Italia nel 2016

Le persone che intendono iscriversi al seminario possono richiedere l’apposito modulo qui: csc.macomer@gmail.com oppure regolarizzare l’iscrizione direttamente presso la sede del Centro o qui su facebook. Per ogni informazione siamo disponibili al numero della Mediateca 078571164.

Le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte. 3 – 8 Aprile 2018

Le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte sono la manifestazione internazionale dedicata ai mestieri d’arte e alle professioni artigianali. I mestieri d’arte, trait-d’union fra passato e futuro, fra creazione ed esecuzione, costituiscono l’eredità di molteplici “saper-fare” perfezionatisi nel corso del tempo sposando le correnti estetiche delle varie epoche storiche. Fusione di tradizione e innovazione, i mestieri d’arte preservano, anche attraverso il ricorso alle nuove tecnologie, l’abilità del gesto manuale e, conciliando estetica e funzionalità, trasformano l’oggetto del quotidiano in opera d’arte applicata. Al confine tra arte e artigianato, i mestieri d’arte coniugano manualità e progettualità in una sintesi creativa che ha per fine, sempre, l’eccellenza. Le GEMA ideate in Francia su iniziativa dall’INMA-Institut National des Metiers d’Art di Parigi, ogni anno sono legate a un tema specifico. Scopo dell’iniziativa è avvicinare il pubblico al mondo affascinante e spesso sconosciuto dei mestieri d’arte artigianali attraverso workshop, botteghe aperte, conferenze e incontri. In Italia la manifestazione si appoggia su un network di partner in Lombardia, Toscana, Veneto. La Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte a Milano partecipa e promuove la rete dal 2012 con iniziative ed eventi dedicati. Vacheron Constantin, maison ginevrina di alta orologeria da sempre legata al mondo dell’arte e della cultura, è partner e sostiene le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte.Per il 2017 il tema è: « Un saper fare che unisce » Legami culturali, sociali, economici. Legami tra generazioni, discipline, territori, professioni. Attraverso questo tema, i partecipanti alle GEMA vogliono promuovere la diversità dei mestieri e delle connessioni che esse generano o inducono. Qualunque sia la loro natura (culturale, sociale, economica, etc.) i legami creati dai mestieri d’arte sono il fondamento della loro identità.

GEMA esordisce in Sardegna con un ricco programma culturale, didattico e di approfondimento per interpretare il tema di quest’anno, “Futuro in trasmissione”. Coinvolgerà il mondo della scuola nella divulgazione presso i laboratori e con corsi di fumetto a partire dalle simbologie dell’artigianato. Aprirà il Centro ArtiManos di Cagliari con una programmazione speciale, e vedrà l’inaugurazione dell’Art Lab dell’Accademia di Sassari, e i due Centri presenteranno in anteprima un video sull’artigianato artistico in Sardegna. Ospiterà una tavola rotonda a cura di Insight Risorse Umane per affrontare con i tecnici e le istituzioni il tema dell’artigianato nel futuro. E, soprattutto, vi mostreremo l’aspetto straordinario delle botteghe dove si produce a mano, aprendo nel weekend del 7 e 8 aprile un circuito di 53 laboratori, a orario continuato, in 29 località dell’isola. In contemporanea, alcuni Musei locali dedicati all’artigianato saranno aperti in orario continuato e con ingresso libero.

Il Centro è uno dei Partner del progetto. Presso la nostra sede si terrà in due giornate diverse un corso per le Scuole dedicato al fumetto a partire dalla simbologia dell’artigianato

Tutto il programma completo (laboratori e botteghe aperte, convegni, artigiani aderenti, comuni e musei coinvolti) qui: http://giornatedeimestieridarte.it/sardegna/

Progetto Erasmus+ “Be healthy Europe”, Ucraina, 15-25 giugno 2016

14720476_1400216096673665_2607635813538880048_n

Il progetto “Be healthy Europe”, un corso di formazione di 8 giorni nei Carpazi (Ucraina), ha fornito agli operatori giovanili competenze e strumenti affinché utilizzino lo sport quale strumento educativo e di inclusione sociale tra i giovani. Durante il corso di formazione gli animatori giovanili hanno avuto modo di approfondire la teoria e la pratica di diversi tipi di sport (es. yoga, escursioni in montagna, calcio, attività fisiche indoor/outdoor, uso della sauna, ecc.), di acquisire informazioni sulla buona alimentazione e le sane abitudini; di migliorare le competenze di primo soccorso, di scambiare idee e di confrontarsi con altri operatori giovanili europei. Il corso di formazione si è concluso con la creazione da parte dei partecipanti di un Toolbox con i consigli utili ai quali gli operatori giovanili potranno attingere per coinvolgere i giovani europei alla vita attiva e alla pratica di attività sportive. Questo materiale informativo (booket) è  disponibile di seguito e può essere scaricato gratuitamente.

BOOKET

Linux Day al Centro! 22 Ottobre dalle ore 15

locandina

Sabato 22 ottobre 2016 in tutta Italia e anche a Macomer, presso il Centro di Servizi Culturali UNLA, sarà organizzato il Linux Day, la principale manifestazione italiana dedicata a Linux, al software libero, alla cultura aperta ed alla condivisione: decine di eventi in tutta Italia, centinaia di volontari coinvolti e migliaia di visitatori per celebrare insieme la libertà digitale!
Per il terzo anno consecutivo il GULMh (Gruppo Utenti Linux MargHine – www.gulmh.it) con la collaborazione del Centro di Servizi Culturali UNLA aderisce all’iniziativa, organizzando il Linux Day a Macomer. Il gruppo GULMH costituitosi come associazione di promozione sociale, è composto da volontari appassionati di tecnologia e dell’informatica libera che svolge attività di divulgazione, informazione e supporto tecnico.
“Linux, o più precisamente GNU/Linux, è un sistema operativo, ovvero quell’insieme di programmi essenziali per far funzionare il computer e farci qualcosa di utile o divertente. E’ una alternativa a Windows e a MacOS, e può essere installato al loro posto (o insieme, sullo stesso computer). Più in generale Linux è il primo rappresentante del software cosiddetto “libero” (“Free Software”, in inglese)” (www.linux.it)
Il software libero è un software pubblicato sotto i termini di una licenza libera (la GNU Public License ,”GPL”), ovvero che ne incoraggia l’utilizzo, lo studio, la modifica e la redistribuzione; diretta conseguenza è la trasparenza del suo funzionamento e la totale libertà di utilizzo e la condivisione con tutta la comunità delle migliorie apportate.
Dal 2001 il Linux Day è una iniziativa distribuita per conoscere ed approfondire Linux ed il software libero. Si compone di numerosi eventi locali, organizzati autonomamente da gruppi di appassionati nelle rispettive città, tutti nello stesso giorno con lo scopo di divulgare la cultura informatica nel nostro paese.

La partecipazione a tutti i Linux Day è libera è gratuita.

Tema di riferimento dell’edizione 2016 è il coding e l’educazione al pensiero computazionale. L’idea di insegnare i fondamenti della programmazione a bambini e ragazzi in età scolare, al fine di renderli consci dei principi logici su cui si basa il funzionamento dei computer sempre più presenti nelle loro stesse vite, si è negli ultimi anni ampiamente diffusa in Italia grazie anche all’attività di gruppi locali tra cui moltissimi Linux Users Groups, già affini ai medesimi valori di condivisione, educazione e consapevolezza digitale. In occasione del Linux Day vogliamo ribadire tali valori, convergenti con quelli propri del software libero, e nel corso della giornata verranno proposti workshop di programmazione elementare ed esperienze educative per i più giovani ma anche seminari e laboratori di introduzione alla programmazione per adulti.

La mattinata, dalle 9.30 fino alle 13, sarà dedicato esclusivamente alle Scuole

Il pomeriggio invece a partire dalle 15 sarà possibile assistere liberamente a seminari, destinati ad interlocutori con conoscenze ed interessi diversi (dal livello base fino all’esperto), I temi trattati nei seminari saranno: introduzione alla programmazione in linguaggio C ++; diventare programmatore nell’Open Source dalle basi ai siti eCommerce e i bot telegram; le espressioni regolari, REGular EXpression (REGEX), uno strumento molto potente per l’elaborazione di testi e/o di informazioni di tipo testuale; Introduzione a Kodi, sistema completo di distribuzione audio/video: cosi sfrutti come e dove vuoi i tuoi file multimediali nel migliore dei modi; introduzione al linguaggio Python.

Negli spazi appositamente allestiti, inoltre, si potranno provare liberamente sistemi operativi Linux, sarà possibile anche installarli sul proprio PC con il supporto del nostro staff, inoltre si potranno visitare le aree espositive dedicate al software libero e verificare i suoi innumerevoli utilizzi dalla modellazione e stampa 3D e delle sue applicazioni, un tavolo dimostrativo riguardante tecnologie e dispositivi su Realtà Virtuale e Realtà aumentata dove ci sarà la possibilità di provare tali dispositivi, l’esposizione di eventi dedicati all’Open Source organizzati dal movimento nazionale RosaDigitale che si occupa di pari opportunità in ambito tecnologico, si potrà partecipare al laboratorio sulla programmazione in linguaggio C, e i più piccoli (bambini dai 7 agli 11 anni) potranno creare il proprio cartone animato grazie al supporto del Coderdojo Guilcer (i CoderDojo sono club gratuiti il cui obiettivo è l’insegnamento della programmazione informatica ai più piccoli attraverso attività di formazione che ruotano intorno al gioco).

Nel pieno rispetto della tematica del Linux day di quest’anno, la manifestazione di Macomer aderisce all’Europe Code Week, la settimana europea della programmazione che si svolge dal 15 al 23 ottobre 2016, arrivata alla quarta edizione. Nel corso della settimana si svolgeranno migliaia di eventi in ogni parte d’Europa per offrire a giovani e giovanissimi l’opportunità’ di iniziare a programmare!

Festival della Resilienza. Macomer 27 Agosto – 3 Settembre 2016

13934984_577184002464899_1383017965595089718_n13680455_570212603162039_1300733698336595227_o

Una settimana di tavoli tematici, laboratori ed eventi culturali tra il Marghine e Planargia con innovatori locali, nazionali ed internazionali per discutere insieme il futuro delle comunità locali.
Il programma completo qui