È il servizio storico delle nostre attività: il Centro possiede un patrimonio di 8.000 titoli, divisi per generi: dalla letteratura al fumetto per quanto riguarda la Biblioteca, e che racchiudono invece ogni genere Cinematografico nella sezione Film e Serie TV della Mediateca. Dal 2011 siamo stati i primi in Sardegna sulla piattaforma di prestito digitale MediaLibraryOnLine (MLOL), un portale con accesso gratuito a tutti i contenuti. Nel 2020 siamo i primi (Nel Sud e nelle Isole) a fornire il servizio di visione gratuita in streaming di film (circa 400) su tablet, pc e cellulari.
 
I nostri laboratori hanno acquisito con il tempo uno spazio importante per il nostro agire nel territorio e non solo. Costante è la nostra presenza all’interno delle scuole, con proposte che partendo dalla sensibilizzazione ed educazione alla lettura, ricoprono oggi temi più ampi e sensibili. Ogni anno il Centro propone inoltre corsi di aggiornamento per insegnanti, bibliotecari e operatori culturali di tutto il territorio regionale.
Caratterizzano le nostre attività importanti manifestazioni di cui il Centro ideatore, promotore o partner, tra queste ricordiamo la Mostra del Libro in Sardegna, Festival Conta e Cammina, Film Festival Al Ard, Linux Day, Festival della Resilienza, Festival Atleti tra le righe, Trame di Paese – il Cinema per e delle Comunità, Liberos – Comunità dei lettori. Grazie alla dotazione interna, in termini di strumentazioni e professionalità, realizziamo inoltre ogni anno numerosi spettacoli teatrali, concerti e proiezioni.
 
Il Centro Servizi Culturali destina anche alla tecnologia ampi spazi riservati all’utenza, che ricoprono diverse specifiche aree: – INFORMATICA: sperimenta la gestione di sistemi informatici, con iniziative di divulgazione e formazione dedicate soprattutto al software libero; – AUDIOVISIVA, dove si possono realizzare riprese video e fotografiche, con postazioni PC dedicate al video e foto editing e sound design. – CREATIVA, un luogo dove si svolgono attività in cui convivono strumenti e materiali dell’artigianato tradizionale accanto a tecnologie e strumenti dell’era digitale
 
I film sono offerti in streaming direttamente sul portale MLOL del Centro Servizi Culturali (primo a fornire il servizio in Italia per il sud e le isole). L’utente registra il prestito, che può fruire nelle seguenti 24 ore sui propri dispositivi (smart tv, pc, smartphone, tablet) in una modalità di visione simile a Netflix: nessun download o procedura macchinosa, solo un clic sul pulsante Play. Il catalogo già ora comprende oltre 400 titoli, inclusa un’ interessante collezione di film di qualità che non si trovano sulle piattaforme ordinarie per il grande pubblico.